⛑ Aiuto reciproco: un aiuto reale contro l'assalto

Ear readers, press play to listen to this page in the selected language.

Rimanere in vita è molto faticoso per una persona disabile in una società abile... VISIBILITÀ DELLA DISABILITÀ: STORIE IN PRIMA PERSONA DAL XXI SECOLO

Questi saggi sono il cuore, le ossa e il sangue dei diritti dei disabili. Gaelynn Lea, musicista e attivista

Ricordati di

respira, Amore.

Perché sei vivo.

—Respira, sei vivo! di Gaelynn Lea

Paghiamo persone neurodivergenti e disabili per lavorare e vivere. Paghiamo spese come l'affitto e le spese mediche, nonché acquistiamo attrezzature mediche o altre necessità. A differenza della maggior parte delle fondazioni, supportiamo direttamente organizzazioni e individui, massimizzando il nostro impatto sulla vita e sulle comunità delle persone neurodivergenti e disabili. I singoli beneficiari non devono rivolgersi a organizzazioni di terze parti o agenzie governative per accedere al supporto. Secondo lo Human Rights Funders Network nel 2021, «Una persona su sette nel mondo ha una disabilità. Tuttavia, le sovvenzioni per le persone con disabilità costituiscono solo il 2% di tutti i finanziamenti per i diritti umani». Inoltre, l'accesso a questi fondi di sovvenzione è difficile e molti processi di candidatura presentano barriere all'ingresso per le persone che devono richiedere assistenza.

Riteniamo che il supporto diretto alle persone sia l'approccio più efficace per alleviare le barriere e le sfide che impediscono alle persone neurodivergenti e disabili di prosperare in ambienti neurotipici e capaci. Il nostro processo di candidatura è semplice e i nostri pagamenti diretti hanno il potenziale di trasformare il modo in cui le persone neurodivergenti e disabili accedono al capitale filantropico.

Supporta la nostra missione

Chiedi aiuto contro l'assalto

La loro analisi della misura supplementare sulla povertà del censimento del 2020 suggerisce che le persone con disabilità sperimentano la povertà al doppio del tasso di persone non disabili. Guadagnano in media 74 centesimi sul dollaro rispetto ai lavoratori non disabili. E sperimentano un'insicurezza alimentare tre volte superiore a quella delle persone non disabili.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, ben 61 milioni di adulti, vivono con qualche forma di disabilità. Questi numeri vengono rafforzati da 7 a 23 milioni di autotrasportatori a lungo termine, tra cui un milione che non possono più lavorare, secondo recenti stime del governo.

Long covid potrebbe cambiare il modo in cui pensiamo alla disabilità - The Washington Post

Le migliori stime suggeriscono che 61 milioni, ovvero un adulto statunitense su quattro, vivono con un numero di disabilità in rapido aumento a causa della pandemia di COVID-19, che è stata un evento invalidante di massa.

Nel 2020, quasi il 18% delle persone disabili in età lavorativa viveva in povertà ai sensi del SPM, rispetto a circa l'8% delle persone non disabili in età lavorativa.

La giustizia economica è giustizia della disabilità

Nell'istante, quasi nell'istante in cui diventi disabile, smetti di essere visto letteralmente come un narratore affidabile della tua storia per tutti gli altri, tranne che per i disabili.

Ogni singolo stereotipo abilistico che hai sentito per tutta la vita e che non hai mai valutato, sarà la lente attraverso la quale gli altri ti vedranno, comprese le persone che ti conoscono.

Questa è una delle tante ragioni per cui le persone devono svolgere un lavoro anti-ableismo. Perché ogni singola cosa che odi di noi, odierai te stesso. E diventare noi è molto più facile di quanto pensi.

Imani Barbarin, MAGC | Stampelle e spezie

La giustizia sulla disabilità (e la disabilità stessa) ha il potenziale di trasformare radicalmente tutto ciò che pensiamo sulla qualità della vita, sullo scopo, sul lavoro, sulle relazioni, sull'appartenenza. VISIBILITÀ DELLA DISABILITÀ: STORIE IN PRIMA PERSONA DEL VENTUNESIMO SECOLO

Sommario ☣️ Sopravvivere all'assalto 💀 Non hai diritto alla nostra morte 🏩 Assistenza comunitaria collettiva

☣️ Sopravvivere all'assalto

Il tatuaggio con la balena di Chelsea è in ricordo di suo fratello Cody

Vorrei rendere omaggio a tutte le persone autistiche che sopravvivono in qualche modo al sistema di assistenza.Tutti coloro che sopravvivono a una «terapia» estrema.Tutti coloro che vengono messi in ginocchio, leggendo descrizioni infernali dei loro amati.E tutti coloro che non sono sopravvissuti a questo massacro.ANN MEMMOTT PGC 🌈 SU TWITTER

A tutti i nostri amici neurodivergenti e disabili e alla famiglia prescelta che non sono sopravvissuti all'assalto.

RIP Greg AltonRip Cody Adams

Le donne che gestiscono la rete affermano che, poiché il progetto si basa sull'aiuto reciproco e poiché lavorano come privati cittadini e non come parte di alcuna organizzazione, ciò consente loro di lavorare in modo più dinamico e creativo in risposta alle mutevoli esigenze.

La necessità che li ha portati a interrompere la propria vita e a dedicarsi al volontariato — e il fatto che ora non possano fermarsi senza trascurare migliaia di persone — è una sorta di atto d'accusa contro il sistema di welfare e l'ordine delle priorità del governo.

... si è resa conto per la prima volta che non esiste una soluzione per questi problemi. «Ho sentito parlare di una famiglia del Congo che non mangia da cinque giorni. Quattro persone ne hanno sentito parlare prima di me e nessuno si è fermato un attimo a comprare cibo per loro. Tutti pensavano che ci fosse qualcuno il cui compito è occuparsi di questi casi. Tutti pensavano che qui ci fosse uno stato sociale che sostiene le sue comunità deboli».

Come Cantor, anche Beck ha lentamente interiorizzato il fatto che non c'era nessun posto dove trasferire la responsabilità. «Mi sono resa conto che non abbiamo 'madre' e 'padre' su cui contare, che la responsabilità per la sopravvivenza di intere comunità spetta a noi, i cittadini», racconta. «Non ho avuto questo background e questo periodo mi ha insegnato una lezione molto importante sui sistemi di welfare che devastano intere popolazioni».

Volevano solo aiutare alcuni israeliani affamati. Hanno finito per sostituire il sistema di welfare israeliano - Israel News - Haaretz.com

Heartless di Swamburger e Scarlet Monk

Tessuto arcobaleno che evoca la nostra diversità e interdipendenza

«L'aiuto reciproco consiste nel riconoscere prima di tutto i nostri vicini e i problemi alla radice delle nostre comunità», afferma Cantor. «Si tratta di opporsi apertamente ai sistemi di razzismo, discriminazione di classe e della grande distribuzione. L'aiuto reciproco richiede che ci rivolgiamo a coloro tra noi che sono privilegiati e a coloro che non lo sono e che ci chiediamo come possiamo ottenere il controllo delle risorse e distribuirle in modo da promuovere la giustizia nelle nostre comunità. Ciò che rende le nostre azioni atti di resistenza è che stiamo operando nella direzione di smantellare i meccanismi oppressivi attraverso la dimostrazione di empatia radicale. È politico».

Cantor afferma: «Oggi stiamo dimostrando e creando da soli un'alternativa di mutuo soccorso. Tutti sono entusiasti di come le persone si riuniscono per aiutarsi a vicenda, al punto che non riusciamo a capire che queste difficoltà non dovrebbero nemmeno esistere. Siamo favorevoli all'aiuto reciproco, ma affrontiamo anche le cause profonde che hanno portato alla mancanza di uguaglianza, tanto per cominciare». Aggiunge che aiutarsi a vicenda «non è solo questione di imballare e distribuire cibo».

Volevano solo aiutare alcuni israeliani affamati. Hanno finito per sostituire il sistema di welfare israeliano - Israel News - Haaretz.com

Il Texas ha diverse liste di attesa per diversi tipi di assistenza, tra cui sei per i programmi di esenzione Medicaid, che utilizzano fondi statali e federali per fornire assistenza alle persone nella comunità anziché in un istituto, e uno per i servizi di rete di sicurezza forniti localmente. A marzo, quasi 170.000 persone erano in attesa di assistenza attraverso un programma di esenzione Medicaid, con un aumento del 115% dal 2010. I dati statali mostrano che alcuni residenti aspettano da quasi 20 anni di ricevere aiuto.

I legislatori statali hanno investito del denaro nei programmi di esenzione Medicaid negli ultimi anni per alleggerire la lista d'attesa, ma i servizi di rete di sicurezza, pensati per servire da stop gap per le persone in attesa di programmi di esenzione Medicaid, sono stati decimati da un taglio del budget del 2011 da parte della Legislatura. Gli esperti dicono che non si sono mai ripresi.

A marzo, circa 18.300 persone erano in quella lista, un aumento del 1.200 percento dal 2012. E lo stato non tiene traccia di quanto tempo le persone sono costrette ad aspettare.

Questo non è solo un problema del Texas. Un sondaggio della Kaiser Family Foundation pubblicato a marzo ha rilevato che 39 stati hanno una lista d'attesa per almeno uno dei loro programmi di esenzione da Medicaid, con più di 665.000 persone in tale lista a livello nazionale nell'anno fiscale 2020. La lista d'attesa del Texas rappresentava circa il 25 percento di quella cifra.

Quasi 200.000 texani disabili stanno aspettando aiuto, alcuni da un decennio

Persone che muoiono in lista d'attesa per le cure ospedaliere a causa dei tagli al budget sanitario e della mancanza di investimenti

Il sistema di salute mentale del Texas è messo a dura prova, con liste d'attesa per i letti d'ospedale che durano a volte fino a un anno. La mancanza di supervisione da parte dello stato è così estrema che i funzionari non sono stati in grado di dire quali ospedali privati abbiano ricevuto fondi statali per lo spazio letto per contribuire a ridurre la lista d'attesa. Lo stato ha appena iniziato a raccogliere tali informazioni a settembre.

I 10 ospedali psichiatrici pubblici dello stato dovrebbero essere una sorta di ultima rete di sicurezza per malati e indigenti, ma molti di essi sono luoghi caotici e pericolosi, dove la polizia visita fino a 14 volte al giorno. E questo è per le persone abbastanza fortunate da trovare un letto.

I sostenitori affermano che gli stati dovrebbero avere 50 letti ospedalieri psichiatrici pubblici ogni 100.000 abitanti, ma il Texas ne ha meno di 8 ogni 100.000. La lista d'attesa per un letto statale in Texas è cresciuta di quasi il 600 percento dal 2012 fino all'inizio della pandemia di COVID-19, il che ha solo esacerbato le carenze.

In Crisis, parte 1: Come il Texas fallisce i malati di mente - Houston Chronicle

«Perché abbiamo i genitori che se ne occupano (questo)? Stai creando un sacco di abbandono e stressando a morte le persone più vulnerabili». Ci sono voluti 14 anni di attesa e diverse false partenze. I texani disabili affrontano un processo arduo in attesa dell'aiuto dello stato

Star sottolinea che anche le reti di sicurezza sociale americane creano una dicotomia tra prestazioni di invalidità guadagnate e non acquisite nella differenza tra il reddito di sicurezza supplementare (SSI) rispetto al reddito da invalidità della previdenza sociale (SSDI). Le persone disabili con reddito limitato ricevono spesso il SSI, che viene pagato con «fondi generali», come l'imposta sul reddito delle persone fisiche e le imposte societarie, mentre i contributi dei lavoratori al fondo fiduciario di previdenza sociale pagano gli SSDI e si basano sui loro guadagni. Un totale di 383.941 persone autistiche hanno ricevuto SSI nel 2019. Questi diversi flussi di finanziamento riflettono il modo in cui l'America costruisce un contrasto tra poveri «meritevoli» e «immeritevoli». La cultura americana percepisce i destinatari di SSDI come «guadagnanti» il proprio reddito perché hanno versato i contributi alla previdenza sociale.

«Nel frattempo, alle persone che non hanno mai potuto lavorare o non hanno lavorato 'abbastanza' viene dato SOLO SSI, il che li lascia in una povertà ineludibile potenzialmente per il resto della loro vita», ha detto endever star via e-mail. «Questa è un'espressione molto evidente del modo in cui la società considera l'accesso ai supporti: c'è l'idea che dobbiamo guadagnarci il nostro sostegno o dimostrare di essere esseri umani utili per accedervi».

Non siamo distrutti: cambiare la conversazione sull'autismo

Per aggiungere un altro livello di difficoltà, il processo per ottenere i benefici SSI è sconcertante e scoraggiante possibile.We're Not Broken: Changing the Autism Conversation

Questo è un annuncio di pubblica utilità... con chitarra! Conosci i tuoi diritti

Hai diritto al cibo, al denaro

Fornendo ovviamente te

Non importa un po'

Indagine, umiliazione

E se incroci le dita

Riabilitazione

Conosci i tuoi diritti

Questi sono i tuoi diritti

— Conosci i tuoi diritti con The Clash

I sistemi di disabilità si basano su economie artificiali di scarsità. I programmi sono sottofinanziati, quindi i caregiver, gli insegnanti, gli assistenti sociali e gli stessi disabili sono tutti spinti a proiettare i loro bisogni come necessari e virtuosi. NON DOVREI DISUMANIZZARE MIO FIGLIO PER OTTENERE IL SUO SOSTEGNO

💀 Non hai diritto alla nostra morte

Non scambieremo le morti dei disabili per una vita abile. Non permetteremo che le persone disabili siano monouso né i danni collaterali necessari per lo status quo. Non distoglieremo lo sguardo dalla malattia e dalla morte di massa che ci circondano o da una macchina statale più impegnata a sfornare profitti e conforti privilegiati con l'abbandono eugenico.

Sappiamo che lo stato ci ha deluso. Attualmente stiamo assistendo alla pandemia di violenza sancita dallo stato di omicidi, eugenetica, abusi e agghiacciante abbandono di fronte a sofferenze di massa, malattie e morte. Siamo la nazione più ricca del mondo e continuiamo a scegliere l'avidità e il conforto rispetto alle persone e alla vita. Lo stato sta spingendo il coltello della sofferenza più a fondo nell'intestino di chi è già crollato a terra. La crudeltà è travolgente e impenitente.

Non hai diritto alla nostra morte: COVID, supremazia abile e interdipendenza

Come si chiama la sensazione di vedere le nostre istituzioni più potenti cooperare tacitamente per mantenere l'eugenetica affermando esternamente il contrario? Crip News v.40 - di Kevin Gotkin - Crip News

Tutti i numeri del nostro ciclo di notizie odierno - assistenza che affermano il genere, accesso agli aborti, politiche sul COVID-19 (o meglio la loro mancanza) e crimini d'odio razzisti - sono intimamente legati alla storia del movimento eugenetico. Sono storie intrecciate.

Il sistema eugenetico e la sua piattaforma che ne deriva sono intrinsecamente razzisti, sessisti, transfobici, abili, ecc. È progettato per proteggere i sistemi di privilegi maschili bianchi, consolidando al contempo i sistemi di oppressione. E ha una lunga storia.

I titoli delle nostre notizie riflettono ciò che le persone oppresse sanno da tempo: l'eugenetica è ancora viva e sta bene. Dalla retorica usata nei recenti crimini d'odio a Buffalo, a quella emessa dalla Corte Suprema, alle dichiarazioni quotidiane del CDC, l'eugenetica è al centro.

Nicole Lee Schroeder, dottoranda su Twitter

I corpi cavalcano le onde

Qualcuno dovrà pagare

Corpi, che vivono sulla riva nei loro castelli di sabbia

Corpi, il mare si agita e le pareti tremano

Corpi, venite con la marea

Non c'è più posto dove nascondersi

Corpi

Corpi

Mille pensieri cavalcano le onde

Non posso salvare nessuno, sono troppo tardi

Corpi, a nessuno interessa la prossima ultima battaglia

Corpi, onde che si infrangono e l'oceano rondine

Corpi

Dove nasconderai i cadaveri?

Corpi

Ehi, oh, ehi, oh

Sulla riva, vivere nei castelli di sabbia

A nessuno interessa l'ultima battaglia imminente

Il mare si fa agitato e le pareti tremano

Le onde che si infrangono e l'oceano deglutisce

Corpi

Corpi

—Bodies di Rabbit Junk

«Vulnerabile» è diventata una parola chiave nel lessico della pandemia, ma è una parola che spesso ha fatto più male che bene. Ciò implica che la morte di massa di persone disabili e anziane era inevitabile e esonera opportunamente lo stato dalla responsabilità.

Durante il Covid, essere «vulnerabili» significa sentirsi dire che la propria vita non ha importanza | Frances Ryan | The Guardian

Tutti devono salire a bordo del treno della solidarietà contro l'abilismo, ieri. Siamo in un'epoca di eugenetica impeccabile.Gwen Snyder su Twitter

🏩 Assistenza comunitaria collettiva

Sempre più spesso, le comunità autistiche sono state esposte a idee di disabilità, giustizia, interdipendenza, accesso, intimità, assistenza collettiva/comunitaria e aiuto reciproco. I collettivi di assistenza, i servizi di condivisione e altri gruppi di assistenza comunitaria da e per disabili, persone razzializzate, persone LGBTQ2IA+ (e persone a questo incrocio) stanno crescendo di numero. C'è un futuro in cui gli spazi autistici fungano anche da spazi di mutuo soccorso intenzionale? Il passaggio da una prospettiva basata sui diritti a una basata sulla giustizia richiede uno sguardo ai nostri sistemi di assistenza e una nuova visione di come funzionano le nostre comunità per garantire che nessuno venga lasciato indietro.Collective Community Care: Dreaming of Futures in Autistic Mutual Aid, Autscape: 2020 Presentations

La storia continua con «Community Care». È così che sopravviviamo all'assalto.

Continua

Navigating Stimpunks

Need financial aid to pay for bills or medical equipment? Visit our guide to requesting aid.

 

Need funds for your art, advocacy, or research? Visit our guide to requesting creator grants.

 

Want to volunteer? Visit our guide to volunteering.

 

Need a table of contents and a guide to our information rich website? Visit our map.